Proseguiamo con le Fondamenta in Jotish, l'Astrologia dell'antica India

Su qualche libro americano di Astrologia Vèdica, si trovano dei Mantra relativi a Plutone, Urano e Nettuno.
Si tratta di una delle fantasie degli americani che non trova alcuna base nell’antica Jotish.

Nell’Astrologia antica indù, vi sono vari rimedi per portare ad un equilibrio possibile ciò che nelle persone è scompensato, disarmonico e quindi difficile o addirittura doloroso. Un’ampia sezione dei rimedi in Jotish, è dedicata alle Preghiere chiamate Mantra in sanscrito. Si invoca e si prega il Divino (o Dio se volete) nella Forma attraverso la quale ci sta impartendo un insegnamento. 

Molto spesso nella vita si cresce a “schiaffoni”, nel senso che se non capiamo il percorso che ci spetta, gli insegnamenti che la vita elargisce ogni giorno, allora questi insegnamenti vengono riproposti in forma un po’ più incisiva fin quando li capiremo. Può accadere in questa vita o in un’altra ma la “forgiatura” è sempre al lavoro! E come avviene questa forgiatura, questo insegnamento? Attraverso i modi e le forme più adatti a noi, ovvero ciò che la nostra storia individuale ha costruito. Un banale esempio; se qualcuno ha truffato e fatto soffrire molta gente in una vita, quasi certamente in una vita successiva patirà (ad esempio) la povertà e lo sdegno altrui. Questo insegnamento viene impartito dal Divino attraverso le Sue Leggi in tanti modi che astrologicamente si esprimono attraverso i Pianeti. Pregare il Divino in quella Forma che sta lavorando su di noi, è un modo per chiedere clemenza e la si ottiene se la richiesta è accompagnata da una sincera Azione di lavoro nella vita che va a compensare gli errori commessi.  Questo è il motivo per cui vi sono una grandissima quantità di Mantra; si prega il Divino nella Forma del Suo Insegnante.

Anche i Pianeti venivano e vengono pregati, vi è il famoso Navagraha Stotra, ovvero l’adorazione dei 9 pianeti a cui si fanno anche le Puja, ovvero dei Riti Sacri. Vengono pregate anche le Divinità che sovrintendono i Pianeti.

Il Cosmo è una fitta rete di léggi e significati che si esprimono fisicamente attraverso tutto il Creato, ed hanno una profonda influenza sulla nostra psiche, sul nostro umore, sulle nostre relazioni, sulla nostra vita in generale. La Preghiera è un mezzo potente per rimettere in equilibrio una situazione difficile e placare la mente quando non è serena. Non è sufficiente “recitare” una preghiera, bisogna pronunciarla (e non recitarla) col cuore, con la chiara e ferma intenzione che stiamo invocando sinceramente il Divino, affinché ci sostenga nel percorso.

Questa fitta rete di Léggi e significati, hanno una corrispondenza negli archètipi che troviamo nella nostra storia personale a livello inconscio. Vi sono archètipi o simboli a cui si risponde per risonanza personale ed anche un’area di archètipi di natura universale con cui tutti vanno in risonanza. L’esempio più facile: l’archètipo (simbolo) “Madre” evoca reazioni importanti in qualunque parte del nostro pianeta, la qualità di quelle reazioni dipende dal contesto sociale e personale, un cinese reagirà/risuonerà in un modo mentre un italiano in un altro ma l’archètipo ha una sua importanza universale. Alll'immagine/archetipo “gioco del calcio” risponderanno solo coloro che hanno quella risonanza. Se ad esempio viene mostrata la chiave di un automobile, forse qualcuno risuonerà dalla sua sfera personale se quell’oggetto è parte del suo mondo interiore. Vi sono molti Archètipi quindi, sociali e personali. Qui sto usando un linguaggio moderno per spiegare ulteriormente il Significato dell’Astrologia Vèdica o Jotish. Essa è uno specchio delle Léggi della vita.

In India è molto importante il numero 108. Ad esempio 108 è il numero dei semi di Tulàsi o Rudraksha (pronuncia Rudràcscia) che compongono la collana chiamata Mala ed utilizzata per eseguire  il Japa o ripetizione del Mantra.

Oltre ai Pianeti, sono molto importanti anche le 27 Nakshatra (pronuncia Naksciàtra), ovvero le 27 costellazioni di cui ognuna è divisa in 4 parti. Moltiplicando 4x27 otteniamo 108.

Anche i giorni della settimana hanno una corrispondenza planetaria:

GIORNO

   PIANETA GOVERNANTE

Domenica     Surya o Ravi o Sole in italiano 
Lunedi    Chandra o Luna
Martedi     Mangal, Kuja o marte
Mercoledi    Budha o Mercurio
Giovedi     Brihaspati, Guru o Giove 
Venerdi     Shukra o Venere 
Sabato     Shanì o Saturno  

Non vi sono giorni corrispondenti per Rahu e kethu i quali, ricordo, non sono pianeti fisici ma punti matematici dello spazio che rivestono una grande importanza (anche loro) nel nostro mondo archetipico cioè il nostro mondo interiore fatto di simboli.

 

Nel più antico poema èpico al mondo, il Ramayana, ad un certo punto il Signore Rama entra nella città di Lanka, governata dal Re dèmone  Ravana. Il grande Rishi Agastya gli suggerisce di adorare prima di tutto il Dio Sole. Questa adorazione è ben conosciuta come Aditya Hridyam Stotra , in una parte di questo Canto vi è il Surya Mandal Stotra  (puoi trovarne una accettabile esecuzione qui: video su Surya Mandal Stotra)  composto da 12 stanzas ovvero  raggruppamenti di versi . Questi 12 raggruppamenti,  sono l’adorazione del movimento del Sole nelle 12 case che rappresentano i 12 mesi.  Le case sono chiamate Bhava Chakras o semplicemente Bhavas in sànscrito. Ogni casa copre uno spazio d’arco di 30 gradi il quale, moltiplicato per le 12 case dà un totale di 360 gradi.

Anche i Segni come sappiamo sono 12 ed ognuno ha uno spazio d’arco di 30°, di seguito i loro nomi sanscriti:

N.ro del Segno

 

nome in sanscrito

 

Nome in italiano

 

locazione ed estensione

 
 Mesha   Ariete   da 0° a 29° 
 Vrishaba   Toro   da 30° a 59° 
3  Mithuna  Gemelli  da 60° a 89°
4  Karka  Cancro  da 90° a 119°
 5  Simha  Leone  da 120° a 149°
 6  Kanya  Vergine  da 150° a 179°
 7  Thula  Bilancia  da 180° a 209°
 8  Vrishika  Scorpione  da 210° a 239°
 9  Dhanus  Sagittario  da 240°a 269°
 10  Makara  Capricorno  da 270° a 299°
 11  Kumbha  Acquario  da 300° a 329°
 12  Mina  Pesci  da 330° a 359°

 

In fin dei conti cos’è l’Oroscopo? Un semplice diagramma! Come ho già specificato nella pagina “Le Basi 1”, ve ne sono di 3 tipi in India ma non c’è differenza nell’analisi  di un oroscopo,  sono solo raffigurazioni diverse degli stessi eventi. In questo corso utilizzeremo solo il diagramma del sud, quello quadrato.

 

info Copyright

i testi sono sotto © copyright 2016 AstrologìaVedica.it -  E' possibile prelevarli in tutto o in parte solo citandone la fonte oppure mettendo un link a questo sito per Rispetto del lavoro altrui.

Contatti!

 

Skype:     samadarshana
Email:      vai al menu in alto alla voce 'info' e poi 'come contattarmi'
Website:  www.astrologiavedica.it

chi è on-line

Abbiamo 40 visitatori e nessun utente online